Perché la diatermia è realmente efficace in veterinaria?

La Diatermia o Tecarterapia (Tecar) è una tecnica innovativa utilizzata già da molto tempo in medicina umana per il trattamento di svariate patologie: muscolo tendinee, osteoarticolari, ma anche per applicazioni di linfodrenaggio, per la riduzione delle cicatrici, oppure in medicina estetica. Per Tecar s’intende Trasferimento Energetico Capacitivo e Resistivo. Tramite questa terapia viene stimolata l’energia dall’interno dei tessuti per attivare i naturali processi rigenerativi. In veterinaria è stata introdotta solo da pochi anni ma permette di raggiungere straordinari risultati con un gran numero di animali, dai piccoli animali domestici ai cavalli. I campi di applicazione per la diatermia in veterinaria sono svariati:

  • ematomi/contusioni
  • spondilartrosi
  • osteoartrite/osteoartrosi
  • contratture muscolari
  • punti trigger
  • tendinopatie
  • edema infiammatorio

La Tecar inoltre non ha effetti collaterali, non è invasiva e permette una rapida riduzione del dolore e dell’edema.

Alcuni case studies sull’efficacia della Tecarterapia in veterinaria

PLUM, BRACCO DI WEIMAR, LESIONE MUSCOLARE 3° GRADO

  • Weimaraner, maschio, 3 anni e mezzo.
  • Campione riproduttore
  • cane da caccia
  • no HD
  • 28/06 ecografia = lesione muscolare di 3° grado
  • nonostante il riposo dopo 3 settimane ancora zoppia alla zampa posteriore sinistra.

Visita fisiatrica 1/07
• zoppia 1 PS al passo ed in stazione, arto
leggermente spostato lat
• < tempo appoggio PS
• area lesione palpabile, si percepisce un
“buco” nel mm gracile
• circonferenza coscia sn 48 cm
• circonferenza coscia dx 49.5 cm
• buoni ROM

Fisioterapia:
• prevenire / limitare la fibrosi muscolare
• < infiammazione e < dolore
• Diatermia al 50%
• massaggio, es PROM / stretching
• UWTM 2.0 Km/h per 10 – 20 minuti

Controllo ecografico 11/08
• lesioni compatibili con strappo parziale del
muscolo gracile
• rispetto a precedente eco lesione ridotta,
1/3 spessore musc vs 90% !
• nessun segno di fibrosi
Controllo fisiatrico musc dx 52 cm, sn 51.5 cm

Controllo ecografico 18/10
• lesioni compatibili con strappo parziale del
muscolo gracile
• rispetto a precedente controllo la lesione è
stabile come dimensioni
• non evidenti fenomeni fibrotici e no segni
di infiammazione acuta

Controllo ecografico 14/02
• pochi cm distalm inserzione ossea moderata
riduzione diametro trasverso mm gracile con
moderata distruzione fibre muscolari
• riorganizzazione muscolare con un miglior
rapporto fibre muscolari / tess connettivo
• fibre muscolari ecostruttura definita
• non evidenti aree iperecogene o mineralizzazione
• no segni infiammazione

• Trattamenti dal 4/07 al 23/11/2011
• 25 sedute totali
• nel mese di luglio 2 trattamenti /settimana
• pausa 28/7 – 15/08
• dal 16/08 1 trattamento / settimana

ETTORE, LABRADOR, DISPLASIA-OA

Labrador Retriever, Maschio, 7 anni
• grave HD (peggiore sul lato destro)
• cronica parziale rottura del CrCL sn = grave OA
• artroscopia = parziale meniscectomia
• 41.6 Kg, BCS 6/9
• problema: proprietaria anziana e vivono al 3° piano senza ascensore

• più contento, vuole giocare e correre
• vuole andare in passeggiata e “lo chiede”
• urina su 3 zampe (2 A che non lo faceva)
• miglior ROM articolare

IRK, PASTORE TEDESCO, ZOPPIA

Pastore Tedesco, maschio, 4.5 anni
•utilità e difesa (3° europeo)
• da maggio zoppia dopo il lavoro
• cicli FANS + riposo, ma appena riprende
lavoro ritorna zoppia
• ecografia 19/09
• visita fisiatrica 20/09
• 29/10 Campionato Italiano

Visita Fisiatrica
• zoppia in stazione 0
• zoppia al passo 1, AD lieve abduzione
• test bicipite = > freq respiratoria
• buoni ROM ant e post (esente HD – ED)

Fisioterapia:
Obiettivi:
• < infiammazione e < dolore
• miglior massa muscolare, endurance
• US 3.3. MHz puls
• diatermia 50%
• esercizi PROM / stretching
• UWTM 1.9 Km/h per 10 – 20 minuti
• trattamenti dal 26/09 al 17/10
• 9 trattamenti totali
• 28 Giugno Campionato Italiano